Peter Pan

James Matthew Barrie

James Matthew Barrie, (Kirriemuir, 9 maggio 1860 – Londra, 19 giugno 1937), scrittore e drammaturgo scozzese è ricordato principalmente per aver creato il personaggio di Peter Pan.

Quando Barrie aveva solo sei anni, il fratello, di poco più grande, morì tragicamente. La madre ne soffrì molto e cadde in una forma di depressione. Barrie per aiutarla si sentì costretto a sostituirsi al fratello fino ad acquistarne l’identità. Questo evento deve aver influito nel formare la sua complessa personalità probabilmente traslata nel personaggio di Peter Pan.

Laureato all’Università di Edimburgo, dopo le prime esperienze deludenti come giornalista per il Nottingham Journal, si sposta nel 1885 a Londra per intraprendere la carriera di scrittore. Nel 1888 Barrie raggiunge una discreta fama con Auld Licht Idylls, divertenti scampoli di vita quotidiana scozzese. The Little Minister (1891) riscosse grande successo e fu portato a teatro per ben tre volte. Nel 1896 pubblicò il romanzo Tommy  e nel 1900 Tommy e Grizel con lo pseudonimo di Thrums.

Successivamente Barrie scriverà principalmente per il teatro. Dopo alcuni tentativi infruttuosi si impone con successi a ripetizione, tra cui si ricordano Quality Street, What Every Woman Knows e The Admirable Crichton. Nel 1893 scrisse anche il libretto di un’opera lirica comica, Jane Annie.

Nel 1894 sposa un’attrice teatrale Mary Ansell da cui in seguito divorzierà.

Un giorno ad Hyde Park, nei giardini di Kensington, conosce per caso tre dei cinque figli dei coniugi Sylvia  e Arthur Llewelyn Davies (George, Jack e Peter) che erano accompagnati dalla bambinaia. Con loro comincia a passare le sue giornate, a giocare e a inventare storie. Più tardi conoscerà il resto della famiglia e comincerà a frequentarla regolarmente. Nasce in questo periodo la prima versione di Peter Pan, che diventerà la sua opera più popolare. Il personaggio gli fu ispirato in particolare da Peter, il più piccolo dei cinque bambini.

L’avventura più nota del personaggio debuttò il 27 dicembre 1904, nello spettacolo teatrale Peter Pan, o il ragazzo che non voleva crescere,

Arthur Davies morì nel 1907 e “Zio Jim” divenne ancora più coinvolto con la famiglia Davies, fornendo loro anche un sostegno finanziario. 

Nel 1910 Sylvia Davies alla propria morte precoce per cancro gli lasciò la co-custodia dei figli, insieme alla madre Emma e suo fratello.

La storia di Peter Pan adattata, ingrandita e trasformata da Barrie in un romanzo pubblicato nel 1911 con il titolo Peter e Wendy, poi Peter Pan e Wendy e infine semplicemente Peter Pan.

I rapporti di Barrie con i ragazzi Davies proseguirono ben oltre la loro infanzia e l’adolescenza. Ma il loro destino fu infelice. George morì a 21 anni in trincea nella Grande Guerra. Peter Davies invece nella stessa guerra fu insignito della Croce militare, fondò anche una casa editrice, ma morì suicida nel 1960 gettandosi sotto un treno pochi mesi dopo la morte del suo fratello maggiore John nel 1959.  Michael, era morto annegato nel 1921 all’età di 20 anni.

Il sopravvissuto Nicholas dovette difendere la memoria di Barrie sospettato da alcuni di pedofilia: “Era un innocente, ed è per questo che ha potuto scrivere Peter Pan”.

Dopo Peter Pan, Barrie continuò a scrivere. In The Twelve-Pound Look (1910) tratta di un matrimonio infelice e in Half an Hour (1913) racconta di una donna che progetta di lasciare il marito per un altro uomo, ma decide che deve rimanere con lui quando il marito è gravemente ferito in un incidente di autobus. La sua ultima opera, Mary Rose, è stato prodotto nel 1920 e centrato su un giovane visitato dal fantasma di sua madre.

Barrie raccontò le sue storie anche alle giovani figlie del duca di York, la futura regina Elisabetta II e la principessa Margaret. Ottenne il titolo di baronetto nel 1913 e nel 1922 ricevette l’Ordine di Merito. Venne poi eletto rettore della St. Andrews University e nel 1930 Cancelliere dell’Università di Edimburgo. Morì di polmonite nel 1937. Alla sua morte lasciò in eredità lo sfruttamento dei diritti d’autore al Great Ormond Street Hospital, un ospedale pediatrico londinese del quartiere di Bloomsbury.

La sua vita è stata portata sullo schermo cinematografico nel film Neverland – Un sogno per la vita di Marc Forster del 2004, interpretato da Johnny Depp con Kate Winslet, Julie Chritie, Dustin Hoffman.

Neverland – Un sogno per la vita Trailer

Nina Boucicault – Peter Pan nella prima edizione teatrale

 

 

Statua di Peter Pan e particolare nei Giardini di Kensington (Foto Daniela Picciolo 2016)

Particolare

 

 

 

 

 

Peter Pan

Peter Pan è un bambino in grado di volare e che si rifiuta di crescere. Dopo aver trascorso i primi tempi della sua eterna infanzia nei Giardini di Kensington, a Londra, raggiunge l’Isola che non c’è, dove è a capo di una banda di “Bimbi Sperduti”. L’isola è frequentata da personaggi fantastici come sirene, indiani, fate, pirati e qualche persona normale.Persone (quasi) normali sono quelle che formano la famiglia Darling la cui casa è situata a Londra nel quartiere di Bloomsbury. Wendy è la figlia maggiore dei Darling. Ama occuparsi dei lavori di casa e raccontare storie ai bimbi, ma il suo sogno è diventare una madre. Campanellino (Tinker Bell) è la fata di Peter Pan che nell’opera teatrale viene descritta come una sfera di luce, mentre nel successivo romanzo assume un ben preciso aspetto fisico. Tra i principali personaggi ci sono ancora Michael il fratello più piccolo di Wendy, la principessa indiana Giglio Tigrato (Tiger Lily) e il pirata Capitan Giacomo Uncino (James Hook).
Peter Pan apparve per la prima volta in L’uccellino bianco, un romanzo scritto nel 1902 da Barrie per un pubblico adulto. In seguito al largo successo dell’opera, gli editori di Barrie la ripubblicarono nel 1906 sotto il titolo Peter Pan nei Giardini di Kensington, con illustrazioni di Arthur Rackham.
Il personaggio debuttò in teatro il 27 dicembre 1904 al Duke of York Theatre, nello spettacolo Peter Pan, or The Boy Who Wouldn’t Grow Up (“Peter Pan, o il ragazzo che non voleva crescere”). Il ruolo del protagonista fu affidato all’attrice Nina Boucicault con Gerald du Maurier (Capt. Hook), Hilda Trevelyan (Wendy).Tra i giovanissimi protagonisti dello spettacolo c’era anche un certo Charlie Chaplin all’inizio di una folgorante carriera.
Il successo fu cosi’ clamoroso che l’opera fu ripetuta per ben 105 rappresentazioni fino al 5 aprile 1905, per poi essere ripresa numerose volte.
Seguì nel 1905 Peter Pan, spettacolo teatrale USA a Broadway, con Maude Adams (Peter Pan), Ernest Lawford (Capt. Hook), Mildred Morris (Wendy), Walter Robinson (John), Martha McGraw (Michael). A Broadway, fu rappresentato 223 volte tra il novembre 1905 e il maggio 1906, ed altre 40 tra il dicembre 1906 e il gennaio 1907. L’attrice Maude Adams, continuera’ per oltre dieci anni ad interpretare il ruolo di Peter Pan.
Nel 1911 fu pubblicato per la prima volta il romanzo Peter e Wendy con illustrazioni di Francis Donkin Bedford tratto dall’opera teatrale. Il romanzo contiene tuttavia alcune differenze rispetto al testo teatrale.
Nel romanzo Barrie descrive Peter Pan come un ragazzino che ha ancora i denti da latte; indossa abiti fatti di gocce di resina e scheletri di foglie e suona il flauto di Pan. Vuole molto bene a Wendy, che vede come una figura materna e non vuole crescere.
Del 1924 è il film muto Peter Pan diretto da Herbert Brenon, con Betty Bronson (Peter Pan), Ernest Torrence (Capt. Hook), Mary Brian (Wendy), Jack Murphy (John), Philippe De Lacy (Michael). Anche in questo caso il personaggio di Peter Pan e’ affidato ad una attrice.
Negli USA lo spettacolo teatrale fu nuovamente prodotto nel 1928 nel Civic Repertory Theater con Eva Le Gallienne nel ruolo di Peter Pan.

Peter Pan è un adattamento in musical del 1950 dell’opera teatrale di J. M. Barrie, con musica e testi di Leonard Bernstein Interpreti eramo Jean Arthur nei panni di Peter Pan, Boris Karloff nel doppio ruolo di George Darling e Capitan Uncino, e Marcia Henderson nei panni di Wendy. Lo spettacolo era musicato da Hershy Kay e diretto da Benjamin Steinberg.
Le avventure di Peter Pan è il titolo del film d’animazione della Disney (USA, 1953), diretto da Clyde Geronimi, Wilfred Jackson e Hamilton Luske. Nella versione italiana Peter Pan è stato doppiato da Corrado Pani nel 1953 e da Giorgio Borghetti nel 1986. Sempre nel 1986 Federico Fellini ha dato la voce al personaggio di Gianni Darling.
Un’altra versione musical americana fu prodotta a Broadway nel 1954 e trasmessa registrata in televisione. L’attrice Mary Martin interpretava Peter Pan e Cyril Ritchard era Capitan Uncino.

Maud Adams

Hook – Capitan Uncino del 1991 è il film di Steven Spielberg con Robin Williams (Peter Banning/Peter Pan), Dustin Hoffman (Capitano Uncino), Julia Roberts (Trilli/Campanellino), Bob Hoskins (Spugna), Maggie Smith, Caroline Goodall.

Hook Capitan Uncino 1991
Peter Pan – Ritorno all’isola che non c’è (Return to Never Land), film di animazione, è stato prodotto nel 2002 dalla Walt Disney Prod diretto da Robin Budd e Donovan Cook. Nell’edizione italiana Peter Pan è doppiato da Alessio De Filippis.

Peter Pan – Ritorno all’isola che non c’è

Del 2003 è Peter Pan di P.J. Hogan con Jeremy Sumpter nel ruolo di Peter Pan.
Nel 2004 Marc Forster ha diretto Neverland – Un sogno per la vita (Finding Neverland), del quale abbiamo già scritto.

The Boy James di Alexander Wright è un atto unico del 2012 ispirato alla vita di Barrie.
Finding Neverland (2012) di Diane Paulus, è un musical sulla creazione di Peter Pan interpretato da Matthew Morrison e Laura Michelle Kelly.
Pan – Viaggio sull’isola che non c’è è un film di Joe Wright del 2015 con Levi Miller (Peter Pan), Hugh Jackman (Barbanera), Garrett Hedlund (Uncino).
Peter Pan e gli altri personaggi dell’”Isola che non c’è” appaiono anche nella serie televisiva C’era una volta,una serie televisiva statunitense di genere fantasy, in onda sulla ABC dal 23 ottobre 2011.

Nel 1980 Edoardo Bennato ha realizzato un album basato su Peter Pan e gli altri personaggi della storia inventata da Barrie, col titolo Sono solo canzonette.

Edoardo Bennato

Dall’album di Edoardo Bennato nel 2006 sono state tratte le musiche per il musical Peter Pan realizzato da ATI II Sistina e Teatro Delle Erbe – Officine Smeraldo con la regia di Maurizio Colombi. Protagonista era Manuel Frattini con Marta Rossi, Gianluca Grecchi, Pietro Pignatelli, Jacopo Pelliccia, Daniela Simula.
La cantante Patty Pravo nel 1973 ha inciso la canzone I giardini di Kensington nell’album Pazza idea, con testo di Maurizio Monti

Patty Pravo I giardini di Kensington

Nel 2002 la Disney ha pubblicato un fumetto con protagonista Peter Pan pubblicato in Italia nel 2003 nella raccolta di fumetti Disney della collana Oscar Mondadori.

Illustrazione in “Peter e Wendy” Margaret Ogilvy 1912 – New York, Scribner (PD tramite Wikimedia Commons)