L’Etna nell’Arte

 

 

Cole

Cole

Thomas Cole (Bolton, 1º febbraio 1801 – Catskill, 11 febbraio 1848) è stato un pittore statunitense di origine inglese considerato il fondatore della Hudson River School. È conosciuto per i suoi paesaggi e i dipinti a tema storico. Nel 1842, Cole intraprese un Grand Tour in Europa dove fu particolarmente attratto dall’Etna del quale produsse diversi dipinti. La più famosa di queste opere è Una vista dell’Etna da Taormina che è un olio su tela di 78 x 120 pollici (1,980 x 3,050 mm).

 

 

 

Lear

Lear

Edward Lear(Londra, 12 maggio 1812 – Sanremo, 29 gennaio 1888) è stato uno scrittore e illustratore inglese. È conosciuto soprattutto per i suoi nonsense nella poesia e nella prosa. Nel 1842 Lear iniziò un viaggio (illustrato nei suoi libri) in Italia visitando il Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. 

 

 

 

 

Hackert

Hackert – Veduta del porto di Catania e dell’Etna

Jakob Philipp Hackert (Prenzlau, 15 settembre 1737 – San Pietro di Careggi, 28 aprile 1807) è stato un pittore tedesco molto attivo in Italia dove si stabilì a partire dal 1768. Inizialmente soggiornò a Roma, guadagnandosi una grande fama come pittore di paesaggi. Nel 1786 divenne pittore di corte del re Ferdinando IV di Napoli. Durante il periodo come pittore di corte produsse, tra l’altro, le celebri pitture ritraenti Caserta e la sua reggia e la serie dei porti del regno borbonico.  Nel 1799, a seguito della fuga del re da Napoli invasa delle truppe repubblicane francesi, Hackert si rifugiò in Toscana.

 

 

 

 

Houël

Houël

Jean-Pierre Louis Laurent Houël (Rouen, 28 giugno 1735 – Parigi, 14 novembre 1813) è stato un incisore, pittore e architetto francese. Nel 1768 divenne allievo pittore dell’Accademia di Francia a Roma e questo gli consentì di iniziare a viaggiare attraverso l’Italia. Nel 1774 viene ammesso all’Accademia Reale di Pittura e Scultura a Parigi. Nel marzo del 1776 ottenuti dei finanziamenti dal governo francese, tornerà in Sicilia.  Girerà l’isola per ben tre anni fino al giugno del 1779 dove da Messina passerà prima a Napoli poi ritornare a Parigi. Nel corso del viaggio realizzerà oltre 200 tavole, che verranno raccolte nei quattro volumi del Voyage pittoresque des isles de Sicile, de Malta et de Lipari tra il 1782 e il 1787.

 

Haseltine

Haseltine – Etna da Taormina

William Stanley Haseltine (Filadelfia, 11 giugno 1835 – Roma, 3 febbraio 1900) è stato un pittore e disegnatore statunitense legato alla Hudson River School. Nel 1867 acquistò una casa a Roma che gli servì come punto di partenza per girare l’Italia e  l’Europa in cerca di paesaggi da dipingere. In particolare i suoi quadri di Capri e della Sicilia gli davano popolarità fra i turisti che venivano in Italia e gli procuravano molti committenti.

 

 

 

Sand

Sand – L’Etna, acquarello realizzato secondo la tecnica della dendrite – Musée de la Vie romantique.

 

Maurice Sand (1823 Parigi – 1889 Nohant-Vic), è stato uno scrittore, pittore ed illustratore francese. Era  figlio della scrittrice George Sand.

 

 

 

 

Rottmann

Rottmann – Taormina e Etna (1828/29) 122 x 81 cm olio su tela

 

Carl Anton Joseph Rottmann (1797, Handschuhsheim – 1850, Munich) è stato un pittore paesaggista tedesco.  Fece un primo viaggio in Italia nel 1826-27 ed un secondo più lungo tra il 1828 e il  1829. I suoi dipinti italiani sono scene della costa ligure, delle colline fiorentine, della campagna romana, di Napoli e della Sicilia. Al rientro dall’ Italia Ludwig I di Baviera gli commissionò un ciclo di affreschi per il portico dell’ Hofgarten di Monaco.