Cosa vedremo a Teatro nel 2018 (Prosa e Operetta)

 PROSA

Il sindaco del Rione Sanità

di Eduardo De Filippo
Regia Mario Martone
con Francesco Di Leva, Giovanni Ludeno
Adriano Pantaleo, Giuseppe Gaudino, Daniela Ioia, Gennaro Di Colandrea, Viviana Cangiano, Salvatore Presutto, Lucienne Perreca, Mimmo Esposito, Morena Di Leva, Ralph P, Armando De Giulio, Daniele Baselice
con la partecipazione di Massimiliano Gallo
Produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale
in coproduzione con Elledieffe / Nest – Napoli Est Teatro

 

Commedia scritta da Eduardo De Filippo nel 1960. Prima assoluta: dicembre 1960 Teatro Quirino di Roma.
Premio Feltrinelli nel 1963.

 

Medea

di Euripide, traduzione di Umberto Albini
Regia Luca Ronconi ripresa da Daniele Salvo
con Franco Branciaroli (Medea)
Alfonso Veneroso, Antonio Zanoletti, Tommaso Cardarelli, Livio Remuzzi, Elena Polic Greco, Elisabetta Scarano, Serena Mattace Raso, Arianna di Stefano, Francesca Maria, Odette Piscitelli
e Alessandra Salamida, Raffaele Bisegna e Matteo Bisegna
Coproduzione CTB Centro Teatrale Bresciano – Teatro de Gli Incamminati – Piccolo Teatro di Milano

 

Locandiera B & B

di Edoardo Erba.  Uno studio su La Locandiera di Carlo Goldoni
Regia Roberto Andò
aiuto alla regia
Luca Bargagna
con
Laura Morante
e con
Giulia Andò, Bruno Armando, Eugenia Costantini, Vincenzo Ferrera, Danilo Nigrelli e Roberto Salemi
Produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo
In coproduzione con Fondazione Teatro della Toscana

 

 

Dieci Piccoli Indiani… E non rimase nessuno!

di Agatha Christie  traduzione di Edoardo Erba
Regia di Ricard Reguant
con EIvana Monti e Mattia Sbragia
e con Giulia Morgani, Pieluigi Corallo, Caterina Misasi
Pietro Bontempo Leonardo Sbragia, Luciano Virgilio
Alarico Salaroli, Carlo Simoni
progetto artistico di Gianluca Ramazzotti e Ricard Reguant
produzione Gianluca Ramazzotti per Ginevra srl
con 8P Management

 

Enrico IV

di Luigi Pirandello
adattamento Carlo Cecchi
regia Carlo Cecchi
assistente alla regia Dario Iubatti
con Carlo Cecchi, Angelica Ippolito, Gigio Morra, Roberto Trifirò, Dario Iubatti, Federico Brugnone
Remo Stella, Chiara Mancuso, Matteo Lai, Davide Giordano
produzione Marche Teatro

Enrico IV è un’opera teatrale in 3 atti di Luigi Pirandello. Fu scritta nel 1921 e rappresentata per la prima volta il 24 febbraio 1922 al Teatro Manzoni di Milano interpretata da Ruggero Ruggeri.

 

Piccoli Crimini Coniugali

di E. Emmanuel Schmitt
adattamento Michele Placido
regia Michele Placido
con Michele Placido e Anna Bonaiuto
Produzione Goldenart

Dopo aver subito un brutto incidente domestico torna a casa dall’ospedale completamente privo di memoria e non riconosce più neppure la moglie. I due provano a ricostruire la loro vita di coppia, tassello dopo tassello, ma  via via che tornano alla memoria informazioni dimenticate sono molte le cose che non tornano.

 

La Scuola

di Domenico Starnone
regia Daniele Luchetti
con Silvio Orlando e Vittoria Belvedere
e con Vittorio Ciorcalo, Roberto Citran, Roberto Nobile Antonio Petrocelli, Maria Laura Rondanini
Produzione Cardellino srl

Professori e Preside in riunione per gli scrutini finali. Un testo di grande impegno civile con situazioni paradossali che lo rendono irresistibilmente comico. 

 

Vetri Rotti

di Arthur Miller
con Elena Sofia Ricci e Gian Marco Tognazzi
e Maurizio Donadoni
regia Armando Pugliese
produzione ErreTiTeatro30

Protagonista del dramma di Arthur Miller è una donna ebrea americana che alla notizia della esaltazione antisemita nazista nella ‘Notte dei Cristalli’ somatizza l’evento riportando la paralisi delle gambe oltre ad uno chock psicologico.  Il debutto di Vetri rotti ha avuto luogo al Long Wharf Theatre di New Haven il 1° Marzo 1994. La prima italiana è avvenuta a Bologna il 28 febbraio 1995, con la regia di Mario Missiroli e con Valeria Moriconi e Roberto Herlitzka.

 

 

La signora delle camelie

da Alexandre Dumas fils
Gitiesse Artisti Riuniti
Marianella Bargilli
Ruben Rigillo,   Silvia Siravo
con Carlo Greco
adattamento scene e regia Matteo Tarasco

Scritto nel 1848, il romanzo “La signora delle camelie” è diventato protagonista delle scene, sia del teatro di prosa che del teatro d’opera, nonché degli schermi del cinema. Lo stesso Dumas ne realizzò una versione teatrale, affidandola a Sarah Bernhardt. Anche Eleonora Duse ne fu interprete rivaleggiando con la Bernhardt. Giuseppe Verdi ne fece una trasposizione  in musica con “La Traviata”. 

 

 

Una giornata particolare

di Ettore Scola e Ruggero Maccari
adattamento Gigliola Fantoni
Regia Nora Venturini
Con Giulio Scarpati, Valeria Solarino
Produzione Compagnia Gli Ipocriti

 

Adattamento dal film Una giornata particolare del 1977 diretto da Ettore Scola con soggetto dello stesso Scola e Ruggero Maccari. Il film è interpretato da Sophia Loren e Marcello Mastroianni. La “giornata particolare” è quella del 6 maggio 1938, data della storica visita di Adolf Hitler a Roma.

 

Lunga giornata verso la notte

Di Eugene O’ Neill
Regia di Arturo Cirillo
Con Milvia Marigliano, Arturo Cirillo, Riccardo Buffonini
TIEFFE TEATRO Milano

 

Lunga giornata verso la notte (o Lungo viaggio verso la notte) , è un’opera teatrale del drammaturgo statunitense Eugene O’Neill, vincitrice del  Premio Pulitzer per la drammaturgia nel 1957. Si tratta di uno dei massimi capolavori del teatro statunitense del XX secolo. Prima assoluta: 2 febbraio 1956 Royal Dramatic Theatre di Stoccolma. Il debutto a Broadway  avvenne il 6 novembre 1956 presso l’Helen Hayes Theatre. La prima rappresentazione italiana è stata al Teatro Valle di Roma nella primavera del 1957 con Renzo Ricci (che era anche il regista) ed Eva Magni.

 

Playstrindberg

di Friedrich Dürrenmatt
Regia Franco Però
Con Mario Paiato, Franco Castellano e Maurizio Donadoni
Produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Artisti Riuniti, Mittelfest 2016

Friedrich Dürrenmatt (1921 –1990) è stato uno scrittore, drammaturgo e pittore svizzero. Dürrenmatt  tratta in chiave grottesca i problemi della società contemporanea e smaschera le meschinità nascoste dalla facciata perbenista della società. In questo caso lo fa riscrivendo  uno dei più famosi testi dello svedese August Strindberg, Danza macabra, del 1901. Il regista Franco Però  allestisce la scena come un ring, con 11 round che mettono in scena diversi momenti del rapporto di coppia tra due coniugi con l’intervento di un terzo personaggio, ben conosciuto dalla coppia.

 

 

Accabadora

dal romanzo di Michela Murgia (Giulio Einaudi Editore, Premio Campiello 2010)
Drammaturgia Carlotta Corradi
Regia Veronica Cruciani
con Monica Piseddu
Produzione: Compagnia Veronica Cruciani, Teatro Donizetti Bergamo e Cranpi Spettacoli

 

I due grandi temi dell’eutanasia e della maternità surrogata fanno da cornice ai temi centrali che sono quelli della crescita e dell’amore per la propria madre, naturale, adottiva o acquisita che sia.

 

Muri

Prima e dopo Basaglia

Testo e regia Renato Sarti
Con Giulia Lazzarini
Produzione Teatro della Cooperativa

La vita in manicomio prima e dopo la legge voluta da Franco Basaglia.

 

Il servo

di Robin Maugham      (traduzione Lorenzo Pavolini)
regia Andrea Renzi e Pierpaolo Sepe
con
Tony Laudadio, Emilia Scarpati Fanetti, Andrea Renzi, Lino Musella e Maria Laila Fernandez
Produzione Napoli Teatro Festival Italia, Casa del Contemporaneo – Centro di Produzione, Teatri Uniti e Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale

La vicenda di un rapporto di dominazione di un uomo su un altro uomo. Attraverso ambigui giochi psicologici si arriva al rovesciamento dei ruoli tra il domestico e il padrone.

 

Filumena Marturano

Di Eduardo De Filippo
Regia Liliana Cavani
Con
Mariangela D’abbraccio e  Geppy Gleijeses
con Nunzia Schiano,   Mimmo Mignemi, Fabio Pappacena,  Ylenia Oliviero,  Elisabetta Mirra
Agostino Pannone,  Gregorio Maria De Paola.   Adriano Falivene

musiche Teho Teardo

 

In questa commedia del 1946 Eduardo mette in scena la crisi della famiglia patriarcale borghese, quella che è nei desideri di Don Domenico (Mimì) Soriano, ricco pasticciere napoletano. Filumena è una donna matura con un passato da prostituta, che è da venticinque anni la sua mantenuta e amministra i beni e la casa di lui come una vera moglie. Per costringere Don Mimì al matrimonio, Filumena si finge morente, e lui la sposa con la prospettiva di un breve legame. Quando l’uomo scopre l’inganno e quindi la nullità del matrimonio, Filumena gli confessa di avere tre figli, di uno dei quali è lui il padre e glieli fa conoscere. Don Mimì e Filumena decidono di sposarsi, ma l’uomo cerca sempre di scoprire chi dei tre è il suo vero figlio. Filumena non glielo dirà mai perché sa che don Mimì dedicherebbe solo a lui le sue attenzioni, favorendolo a scapito degli altri due. Quindi, se don Mimì vuole essere padre, lo dovrà essere per tutti e tre indistintamente perché «E figlie so’ ffiglie… E so’ tutte eguale…».

 

 



OPERETTA

 

La danza delle libellule

Di Franz Lehàr e Carlo Lombardo
regia Alessandro Brachetti
orchestra Cantieri d’Arte diretta da Stefano Giaroli
corpo di ballo Novecento
coreografie Salvatore Loritto
scene e costumi Artemio Cabassi realizzati da ArteScenica Reggio Emilia
Con
Susie Georgiadis, Alessandro Brachetti, Silvia Felisetti, Antonio Colamorea,
Elena Rapita, Fulvio Massa, Marco Falsetti e Niccolò Prestigiacomo
produzione Teatro Musica Novecento

La principessa della Czarda

Di Emmerich Kalman
Regia Alessandro Brachetti
Orchestra Cantieri d’Arte diretta da Stefano Giaroli
Corpo di ballo Novecento
Coreografie Salvatore Loritto
Scene e costumi Artemio Cabassi realizzati da ArteScenica Reggio Emilia
Con
Susie Georgiadis, Antonio Colamorea, Alessandro Brachetti, Silvia Felisetti,
Fulvio Massa, Marco Falsetti e Niccolò Prestigiacomo
Produzione Teatro Musica Novecento

Gigì – Innamorarsi a Parigi

Musical di Alan Jay Lerner su musiche di Frederick Loewe
Traduzione, adattamento e regia Corrado Abbati
Compagnia Corrado Abbati
Produzione: InScena

 

 

 

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: